DEDICATO A TE de Le Vibrazioni

Intensità di musica e testo premiarono questo gruppo debuttante, che pubblicò Dedicato a te nel 2003, dopo qualche anno in cui la band tentò di affacciarsi sulle scene del palcoscenico musicale italiano, durante cui si esibiva in locali notturni nella zona di Milano. Finalmente l’opportunità, la colsero al volo e fu subito successo.

Il brano fu così apprezzato, che dopo pochissime settimane vinse il Disco di Platino, mentre l’album che uscì nello stesso anno, superò le 300 mila copie vendute, avendo incluso in esso tre singoli che si rivelarono di spropositato successo: Vieni da me, In una notte d’estate e Dedicato a te. Grazie a questo incredibile slancio, un altro brano dello stesso album fu scelto per accompagnare come colonna sonora il film “Tre metri sopra il cielo” (2004), romanticissima storia adolescenziale sull’amore ai tempi del liceo.

In seguito, è stata tutta una salita, hanno partecipato al Festivalbar e al Festival di Sanremo, dove hanno guadagnato il Disco d’Oro, un disco ben meritato poiché tutta farina del loro sacco. Scrivono loro le canzoni, proprio come Dedicato a te, che fu scritta da Francesco Sarcina, il quale tra l’altro è leader e voce del gruppo.

Questo è dedicato a te, alla tua lucente armonia… tu che sei immensamente Giulia. Un nome come identità, un essere che è pienamente se stesso, che è più di se stesso, tanto da superarlo. Ed è un pensiero talmente sentito, forte a tal punto che nella canzone viene ripetuto più e più volte, fino allo sfinimento. Il testo, infatti, non brilla per ricchezza testuale, forse proprio per porre l’accento su questo aspetto, l’incomparabile luce di questa Giulia, che dopotutto potrebbe essere chiunque o nessuno, un ideale, un qualcosa di divino alla cui ricerca siamo tutti. E non solo al femminile.

Girano voci che questa Giulia fosse una ex del cantautore, alla quale egli si ispirò, tuttavia ciò non è mai stato confermato. Quindi è probabile che questa misteriosa donna rappresenti proprio un ideale, a cui l’autore ha voluto ispirarsi, dato che il titolo è anche generico, non si fa menzione del nome. Una dedica universale a tutte le donne che sono come lei.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

 

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *