E POI di Giorgia

Un ennesimo capolavoro di Giorgia, non solo dal punto di vista vocale ma anche melodico e testuale, E poi è un pezzo che è inevitabilmente entrato nel repertorio di questa straordinaria e magica artista, una perla della Musica Italiana. Intensa è dir poco, e se consideriamo che rappresenta un debutto, non si può far altro che dire chapeau.

Questa canzone fu presentata al Festival di Sanremo da Giorgia nel 1994, quando partecipò nella sezione “Nuove proposte”, ma se arrivò soltanto al settimo posto, il gradimento del pubblico fu alle stelle, tant’è che da quel momento Giorgia Todrani, in arte Giorgia, cominciò a salire, senza fermarsi un secondo. Il brano è stato scritto proprio da lei, vocalmente difficilissimo nella sua scala di alti e bassi, e ne esistono alcune cover anche in altre lingue.

La sua versione, comunque, è inimitabile, anche quella incisa in Spagnolo che s’intitolava Después. Peraltro, ne ha pubblicata un’altra versione, migliorata negli arrangiamenti e nell’interpretazione, ove ciò fosse possibile, per rientrare nell’album dei suoi Greatest Hits del 2002. Infine, ne ha incisa anche una versione jazz, nel 2005.

Il merito di questo strepitoso successo sanremese, è curioso saperlo, ma va anche un po’ a Pippo Baudo, che prima dell’inizio della manifestazione consigliò a Giorgia di apportare alcune modifiche alla canzone. Lei, insieme agli altri autori accolse di buon grado il consiglio, e il risultato parla da solo.

Il testo, romantico agli eccessi, presenta un lato drammatico dell’amore, così intenso e disarmante che alle volte “uccide”. Non si parla di suicidio per pene amorose, quanto piuttosto della forte emozionalità del sentimento, tanto forte che talvolta è difficile da reggere: questo capita a chi è al primo amore o a chi ama con intero trasporto, senza riservarsi alcunché. Quindi possiamo sostenere che si tratta di una pura questione soggettiva, l’amore in fondo non uccide, anzi può riportare alla vita.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright