LA BAMBOLA di Patty Pravo

Regina delle classifiche e di vendite nel 1968, eppure questa canzone nessuno volle cantarla, infatti prima di essere proposta a Patty Pravo fu rifiutata da Caterina Caselli, Gigliola Cinguetti, perfino da Gianni Morandi e Little Tony. Neanche Patty Pravo si dimostrò tanto entusiasta prima di accettare, ma lei più che altro perché aveva iniziato la sua carriera cantando cover in Inglese, quindi significava dare una virata significativa alla sua strada.

E invece, questo brano la condusse alla notorietà, dato che grazie ad esso poté incidere il suo primo album ed iniziò per la cantante un periodo molto fortunato, poiché non solo La bambola fu uno dei dischi più venduti di quell’anno, con 10 milioni di copie, ma anche l’album stesso risultò un successone, sebbene contenesse diverse cover, come la celeberrima Yesterday di John Lennon.

Con La bambola Patty Pravo partecipò a Canzonissima e fu un tripudio, a tal punto che si verificò un ribaltamento radicale: da interprete di cover diventò la più “coverata” di quel periodo. Tra le cover più famose di La bambola ricordiamo quella di Dalida, artista francese molto conosciuta in quegli anni.

Testo piuttosto rancoroso, è una dichiarazione di riscatto da parte di una donna che, stanca di essere trattala come una bambola, usata e denigrata, dice finalmente basta. Ma, come ad un certo punto afferma, tu non mi metterai tra le dieci bambole che non ti piacciono più, è più probabile che questa ribellione provenga dal fatto che lui stia per lasciarla, visto e considerato che lui non l’ha mai rispettata né tenuta in considerazione, pensando soltanto a se stesso e alle sue esigenze: di sicuro non è innamorato, e mai lo è stato.

Quindi in sostanza lei non ha più nulla da perdere, neanche con un atto di forza che andrà quasi certamente male. Lei lo sa, ma d’altronde tentar non nuoce mai, visto che c’è la remota possibilità che il comportamento di lui sia dato dalla troppa sicurezza, derivata forse dall’atteggiamento remissivo ed esageratamente conciliante della donna, che automaticamente sbilancia la coppia e fa emergere un “padrone” e uno “schiavo”, senza che vi sia più equilibrio tra le parti.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *