PENSIERO dei Pooh

In apparenza, Pensiero può dare l’idea di un concetto astratto, riportante una disquisizione filosofica, forse anche per la poetica con cui è stato scritto il testo. Si tratta invece, e semplicemente, delle parole di un uomo rinchiuso in carcere, peraltro condannato ingiustamente, che ha la possibilità di raggiungere la sua donna unicamente con il pensiero.

Il senso quindi è abbastanza drammatico, poiché espone la tragica condizione di un uomo che può star vicino alla sua amata solo con il pensiero, ed è anche l’unico modo per ricevere un po’ di conforto. Certo se non ci si passa è difficoltoso capire come ci si sente, anzi spesso è una cosa che non si considera, non si pensa mai a come possono sentirsi le persone recluse, soprattutto quando sono in prigione immotivatamente.

L’originale di Pensiero risale al 1971, ma una versione riarrangiata è stata recentemente pubblicata e ne è stato girato anche un videoclip. Nel video si vedono dei Pooh un po’ datati ma sempre energici e pimpanti, con uno spirito gioviale, benché maturo, che esprime la loro immutata passione per la musica, a dispetto del tempo che passa, da quel lontano 1966 in cui formarono il loro gruppo.

I Pooh, tuttavia, nella loro formazione non sono rimasti gli stessi, nel corso dei decenni sono cambiati nei componenti, non solo per diverse esigenze artistiche sopravvenute, ma anche per questioni naturali, come il decesso di alcuni di loro, tra cui Valerio Negrini. Ad esempio Riccardo Fogli abbandonò per intraprendere la carriera da solista, mentre quelli che sono sempre rimasti, sin dall’inizio, sono Dodi Battaglia e Roby Facchinetti.

Pensiero fu scritta proprio da lui, Valerio Negrini, e la musica affidata a Roby Facchinetti. Il singolo, allora in 45, riscosse un così grande successo, anche internazionale, che venne persino tradotto in Castigliano, sempre cantato dai Pooh, che intitolarono la canzone Pensamiento.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright