STORIE DI TUTTI I GIORNI di Riccardo Fogli

Questa canzone memorabile ha vinto il Festival di Sanremo nel 1982, ed è cantata da Riccardo Fogli, ex componente del gruppo musicale dei Pooh, di cui egli fece parte dal 1966 fino al 1973. Dopo la partecipazione al Festival, la canzone salì subito in vetta alle classifiche, che le valsero la vincita del Premio Bettino Ricasoli, il Disco d’Oro, il Telegatto e il Premio Radio Corriere TV, nonché grandi riconoscimenti al suo interprete ed anche autore, in quanto fu proprio Riccardo Fogli a scriverla.

Purtroppo, quello fu l’apice della sua carriera che, da quel momento, pian piano iniziò la sua discesa per mai più risalire, e infatti al giorno d’oggi non si sente molto parlare del suo nome, non è più tanto conosciuto come ad esempio possono esserlo i Pooh, o tutti quegli artisti che spopolarono nel periodo degli anni ’80. Ad ogni modo, possiamo sempre ricordarlo come un grande artista, che cantò numerosi brani di ottimo livello, i quali hanno comunque fatto la storia della Musica Italiana.

Recentemente, pare che Riccardo Fogli abbia riallacciato i rapporti con i Pooh, partecipando ad una reunion nel 2015, in onore dei cinquant’anni di carriera del gruppo, per un tour previsto nel 2016 dal nome “L’ultima notte insieme”. L’artista è tuttora facente parte del gruppo, tuttavia non ha ancora confermato di restarci.

Il testo di Storie di tutti i giorni, scritto da Riccardo Fogli in collaborazione con altri autori, narra la piatta condizione della gente normale, i giorni che scorrono staticamente senza grossi guai ma anche senza grandi trionfi, sempre in attesa che accada qualcosa di eccezionale: un grande amore, una grande conquista, una grande idea. Sono storie di tutti i giorni, con la perenne speranza di un lieto fine, cadendo inevitabilmente vittime del destino.

È questa la nostra vita, sempre alla ricerca, sempre di corsa, sempre ad aspettare qualcosa di meglio, qualcosa di più. E intanto gli anni passano, si dimenticano i volti e le persone, il passato ci sfuma tra le mani e il futuro resta sempre lo stesso, un sistematico ripetersi di giorni tutti uguali.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *