THE POWER OF LOVE dei Frankie goes to Hollywood

Canzone dei Frankie goes to Hollywood, The power of love risale al 1984 e parla dell’amore, di quell’amore da fiaba che tiene lontani demoni e vampiri, che rende i sogni degli angeli che tengono a bada il male. È una dichiarazione d’amore incondizionato, una sfida alla morte con un amore immortale, una presenza perpetua, energia che scorre, e che non smetterà mai di farlo.

L’amore è una forza che viene dall’alto, l’amore è la luce, la luce che annienta l’oscurità, che allontana la paura dell’oscurità, è ciò che purifica tutto, anima compresa. Ma è anche forza bruciante, fuoco che toglie ogni impurità, che disinquina, può anche essere pericoloso ma è divino, meravigliosamente divino.

I versi di questa canzone sono poesia, e poesia sono le dolci note che la compongono, la voce con la quale viene interpretata. Il testo e le musiche furono scritti dalla band inglese che pubblicò il brano, e che sicuramente l’ha valorizzata moltissimo, soprattutto la voce di Holly Johnson, infatti è diventata simbolica e immortale, proprio come l’amore.

I Frankie goes to Hollywood si formarono a Liverpool (Regno Unito) nel 1980 e cavalcarono l’onda fino al 1987 con pezzi importanti, come Relax (singolo di debutto), passando alla storia per il loro primo posto in classifica con i loro primi tre singoli, tra cui naturalmente c’era anche The power of love. Tuttavia, il gruppo si sciolse nel 1987, ritornando sulle scene nel 2004 con una nuova voce (Ryan Molloy), il che fu una pessima mossa, tant’è che si sciolsero definitivamente l’anno successivo. Holly Johnson invece ha continuato con la carriera da solista fino al 1999, ed è ancora in attività come compositore, scrittore e pittore.

Il mistero che aleggia, ancora insoddisfatto, intorno al nome del gruppo, su chi fosse effettivamente questo Frankie, non fu mai reso noto dai componenti del gruppo, infatti le teorie abbondano, alcune delle quali indicano Frank Sinatra, per la correlazione con Hollywood. Ad ogni modo, il loro primo nome, non ufficiale, fu Hollycaust, riprendendosi ovviamente al nome del leader del gruppo.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *