THE SHOW MUST GO ON di Freddie Mercury (QUEEN)

Per certi versi, questo pezzo potrebbe rappresentare la profetizzata uscita di scena di Freddie Mercury, dato che le parole sono straordinariamente significative, lui che sostiene, quasi urla che lo spettacolo deve comunque continuare, nonostante tutto. Il suo trucco (forse inteso come maschera) che si rovina, il cuore che si spezza, ma il sorriso che regge ancora.

Il singolo, pubblicato nel 1991 insieme all’album Innuendo (personalmente uno dei più begli album di questa rock band inglese), ottenne diversi Dischi D’Oro e d’Argento per le copie vendute, mentre l’album fu campione d’incassi in quasi tutto il mondo. Ancora oggi vende, in quanto è l’ultimo album che i Queen pubblicarono insieme a Freddie Mercury, quindi può essere considerato come l’ultimo canto del cigno.

Ed è proprio questo che fa Freddie nella canzone, non a caso inserita come ultima traccia nell’album, come a chiudere simbolicamente in tutti i sensi. Freddie era già malato e consapevole, infatti non tutti i componenti credevano che sarebbe riuscito a cantarla (le note erano troppo alte), dati i suoi già incisivi problemi di salute, poiché da sieropositivo era diventano malato effettivo di AIDS.

Eppure stupì tutti, poiché ne venne fuori un capolavoro, la cantò con tanta di quella energia e determinazione, che sembrò aver dato fondo a tutto se stesso. Del resto, l’aveva scritta lui, benché insieme ad altri del gruppo, proprio in un momento in cui era difficile parlare, quindi la musica ha parlato per loro.

The show must go on fu ritenuta da molti una canzone autobiografica di Freddie, come una sorta di testamento musicale ma non è così, altrimenti probabilmente non sarebbe davvero riuscito ad interpretarla, proprio perché lo coinvolgeva da troppo vicino. Una canzone, semplicemente, certo con un grande valore emozionale, se vogliamo culturale, dato che il mondo ha finalmente preso coscienza di ciò che era in realtà quella malattia e, forse grazie a Freddie, ha iniziato a fare più attenzione.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *