YESTERDAY dei Beatles

★ Musica Anni ’60 ★

Un brano nato in sogno, Yesterday fu composto da Paul McCartney che, il mattino dopo, appena si svegliò corse al pianoforte per imprimere la melodia su carta, prima che si perdesse nei meandri della sua mente inconscia, come di regola accade con i sogni, che vengono ricordati al mattino e poi svaniscono durante la giornata. Per questo motivo, Paul McCartney non la fece incidere subito, perché, proprio per il fatto di averla sognata, aveva il dubbio di averla già sentita da qualche parte, pertanto correva il rischio di essere denunciato per plagio, in sostanza per averla copiata da qualcun altro.

Così, la registrò e per un paio di mesi la fece ascoltare a destra e a manca, tra produttori e persone che facevano parte dell’ambiente musicale, informandosi se costoro avessero già sentito questa canzone. Quando fu sicuro che la melodia era sua, e di non averla dunque derubata a nessuno, Paul McCartney si mise a scrivere il testo, il quale fu portato avanti per quasi due anni, da lui e John Lennon, dato che non riuscivano nemmeno a scegliere un titolo adatto.

Il brano, alla fine, fu inciso esclusivamente da Paul McCartney, nessuno dei componenti della band partecipò alla registrazione, forse perché non tanto in linea con lo stile musicale dei Beatles, anche se la canzone risulta ufficialmente dei Beatles, come desiderato da McCartney stesso. In qualunque caso egli non voleva dividere il gruppo, neanche per una limitata parentesi.

Paul McCartney era innamoratissimo di questa canzone, era come se fosse un “prodotto” della sua anima, un figlio animico, essendo nata in un suo personale spazio onirico, quindi anche per questa ragione i Beatles preferirono lasciargliela completamente, sebbene fosse stata inclusa in uno dei loro album, Help! (1965). Il testo, come suggerisce il titolo, esprime una vena nostalgica, anche piuttosto dolorosa sul passato, probabilmente per un amore finito, oppure, secondo alcune opinioni, potrebbe avere un collegamento con la morte della madre del cantante, che scomparve in età prematura.

Ad oggi, il pezzo conta più di 1.500 cover, è la canzone più riprodotta nella storia della Musica, infatti è entrata nel Guinness dei Primati e, inoltre, ha vinto un Grammy. Giudicata da MTV e la rivista Rolling Stone come la miglior canzone pop di tutti i tempi, è stata nominata la canzone più bella del ventesimo secolo.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright