NON AMARMI di Aleandro Baldi e Francesca Alotta

Una di quelle canzoni che possono definirsi “vere”, Non amarmi vinse la Sezione Nuove Proposte al Festival di Sanremo del 1992. Fu cantata da Aleandro Baldi in duetto con l’artista emergente Francesca Alotta, che in precedenza aveva cantato come corista in vari pezzi di altri artisti della Musica Italiana.

Nel 1999 la canzone è diventata una cover di Jennifer Lopez, cantata in Spagnolo con il titolo No me ames, tuttavia non ha riscosso granché successo, nonostante il testo del brano fosse stato molto fedele all’originale, infatti ricevette qualche riconoscimento soltanto per la performance, dato che Jennifer Lopez aveva duettato con Marc Anthony, soprannominato “Il re della salsa”. Probabilmente fu proprio questo il problema, ovvero che nessuno di questi due artisti latini soffrisse di un qualche particolare handicap da poter giustificare il senso del brano. In Italia invece fu un successone, tanto da salire subito in vetta alle classifiche dei singoli più venduti.

Infatti il testo, scritto dallo stesso Aleandro Baldi che è cieco dalla nascita, è autobiografico, parla della storia d’amore tra un uomo non vedente e una donna “normale”. Il testo filtra la paura di essere amati per compassione, o per il gusto di qualcosa di diverso, come appunto viene specificato in una strofa, ma queste in fondo sono solamente paure, complessi innati, in quanto la coprotagonista tende più volte a rassicuralo, benché senza nessun esito positivo.

Si nota, ad un certo punto, che lei si spazientisce con tutti questi non amarmi, sentendosi forse un po’ offesa, come una persona superficiale che si è intestardita senza ragionare sulle conseguenze.

D’altronde, però, bisogna capirlo, dato che un uomo, o comunque un essere umano che non ha mai visto la luce, che non conosce i volti e nemmeno il mondo, ha più difficoltà a fidarsi, a lasciarsi andare. Il buio non è un qualcosa di facile da vivere, soprattutto per chi lo vede dalla nascita, che vive in un mondo tutto suo, sostanzialmente diverso dal nostro.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright