LOVE THE WAY YOU LIE di Rihanna (Eminem)

Brano di Eminem, Love the way you lie è stato inciso in due versioni, o più precisamente in due parti, una sorta di sequel in cui si espone la tematica del pezzo da due punti di vista differenti, quella maschile e quella femminile, dunque lui e lei. Nella prima parte, molto più aggressiva e accentuata, lui esprime le sue considerazioni su questa donna che di fondo non lo rispetta, anche se lo ama, mentre la seconda parte, che viene cantata principalmente da Rihanna, presenta un tono più drammatico, così come la storia viene vista dalla protagonista femminile.

Pubblicata nel 2010, la canzone è stata un successo internazionale, ha venduto quasi 10 milioni di copie solo in quell’anno, diventando uno dei primi tre singoli più venduti al mondo. È il brano di maggior successo di Eminem e, ad essere onesti, la partecipazione dell’artista barbadiana ha giocato un ruolo fondamentale per la notorietà del pezzo, dato che la sua interpretazione canora sembra esserle stata cucita addosso come un guanto.

Le due canzoni, parte prima e parte seconda, sono state pubblicate in due album differenti. La prima nell’album di Eminem, Recovery (2010), e la seconda nell’album di Rihanna, Loud (2010), facendo capo alle rispettive interpretazioni. In quella di Eminem infatti Rihanna canta prevalentemente il refrain, mentre nel sequel le parti di Eminem sono state tagliate, facendo un ingresso vocale soltanto alla fine del brano.

Il concetto espresso nel testo è quello dell’amore/odio, che rispecchia il tormentato rapporto tra i due protagonisti. Entrambi non si accettano ma non possono fare a meno di amarsi, anzi sono pazzi l’uno per l’altra, a tal punto che amano persino il loro modo di farsi del male e di mentirsi, proprio come afferma il titolo della canzone, Love the way you lie (amo il modo in cui menti).

Lui dimostra tutta l’intenzione di cambiare, lei vive in uno stato di quasi rassegnazione, ma è certo che questo tipo di rapporto, decisamente malato, che si basa sulla passione incontrollata e la violenza di sensazioni che talvolta sfociano nella violenza fisica, non può finire bene, o comunque non può avere un futuro roseo. Eppure, non è una situazione atipica, sono innumerevole le relazioni con questi drammatici risvolti, ed è forse per questa ragione che il brano ha ottenuto un poderoso riscontro globale: è un tratto di vita vera, di cruda realtà.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Le Recensioni di SettimaLuna utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi