La ZUMBA con Sofia ★ SOFIA di Alvaro Soler

Alvaro Soler quest’anno ha replicato e non è da tutti, avere il merito di mettere sulla piazza due tormentoni per ben due anni di fila, prima con El mismo sol ed ora con Sofia, senza contare il pezzo cantato con Emma ai Wind Music Awards, nel giugno del 2016, che s’intitola Libre e che molto probabilmente non sarà da meno. Insomma non ha solo raddoppiato ma ha addirittura triplicato.

La sua clip ufficiale, girata a Cuba e di un ritmo a dir poco travolgente, contava già più di 80 milioni di visualizzazioni dopo poco più di due mesi dalla pubblicazione, ma sebbene il ritmo sia decisamente gradevole e solare, una cosiddetta botta di vita, un po’ di merito lo possiamo dare anche alla Zumba che lo ha aiutato a farsi strada. Impazzano, infatti, un po’ dappertutto le coreografie sul brano, specialmente di Zumba, e non è escluso che anche questo, proprio come El mismo sol, diventerà un ballo di gruppo di quest’estate.

Il testo è interamente in Spagnolo e di fondo contrasta con il ritmo, possiamo dire in maniera abissale, in quanto Sofia è una donna che lo ha lasciato malamente. In sostanza parla di una storia d’amore andata male, del desiderio di poter tornare alla spensieratezza infantile, dove ancora non si conoscono questi dolori, queste profonde delusioni.

Ma, dopotutto, il protagonista non se ne rammarica, perché riesce comunque a vivere bene anche senza di lei e va avanti, ridendo e scherzando, ballando e cantando. Ed è forse per questo che sussiste una tale contrapposizione tra musiche e testo, per dar risalto alla capacità di essere felici e positivi nonostante tutto, come dice in una strofa: Guarda Sofia, senza i tuoi occhi vado avanti, malgrado sia ancora perdutamente innamorato di lei.

Questo messaggio è ricorrente in tutti i brani del suo album, Eterno Agosto, da cui traspare proprio la filosofia del cantante che, tra una strofa e l’altra pensa: tutto quello che accade, accade per una ragione.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *