TI HO VOLUTO BENE VERAMENTE di Marco Mengoni

Marco Mengoni è un altro di quegli artisti che ha fatto fortuna grazie ai Talent Show, ma in questo caso non si tratta della trasmissione “Amici” bensì di X-Factor, un programma simile che però non insegna a sviluppare tecnicamente il talento, è più una sorta di piazza dove si esibiscono i principianti, tentando la fortuna con le loro esibizioni. Mengoni vinse l’edizione del 2009, con il brano Dove si vola, un pezzo per cui vinse anche al Music Award di MTV (Europa).

Ti ho voluto bene veramente è un singolo facente parte del quarto album dell’artista, Le cose che non ho (2015), e appena fu lanciato sul mercato conquistò le vette delle Top Ten e vinse un Disco di Platino per più di 150 mila copie vendute. Sicuramente perché aveva ottenuto una certa notorietà, visto che dopotutto ci sono altri suoi brani decisamente migliori.

In effetti, pare un intruglio di frasi fatte, anche il titolo potrebbe risultare un po’ banale, eppure nel testo affronta una tematica che, seppur comune, è abbastanza importante nella vita delle persone: la fine di un amore. Tuttavia non si limita a descrivere sofferenza e rimpianto, perché dalle parole emerge l’intimo percorso che il protagonista mette in atto, un viaggio introspettivo alla ricerca del “problema”.

Quando una storia finisce ci si chiede sempre cos’è che non è andato, che non ha fatto funzionare le cose, ed è proprio questo ciò che il protagonista della canzone mette in atto, il ripercorrere la storia dall’inizio alla fine, cercando di capire quali fossero i punti deboli del rapporto. Anche come insegnamento per i rapporti futuri.

Tale viaggio è rinforzato nel videoclip ufficiale del brano, girato nelle fredde terre dell’Islanda, per rendere il messaggio ancor più incisivo. Infatti si vede lui che, completamente isolato dal mondo, vaga da solo per queste terre desolate, a riprova che tale viaggio introspettivo va fatto in solitudine: nessuno può essere d’aiuto, men che meno la persona amata, che con la sua vicinanza non permetterebbe chiarezza e obiettività, troppo dolorosa e fuorviante.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright