UN ATTIMO ANCORA (Dammi solo un minuto) dei Gemelli Diversi

Vivevo un sogno, ma adesso sono sveglio. Dammi solo un minuto, un attimo ancora, prima di dirti addio… Gli Amori finiti, gli Amori che continuano per inerzia, versando lacrime su quella che è una fiamma ormai spenta, una fiamma che non scalda più i cuori, parole che sembrano ormai inutili, un castello che si è trasformato in una bettola. Sono quei sogni che d’un tratto si spengono, e non si potrà mai sapere il perché sia successo.

Parole forti, certamente, ma quando si deve chiudere una storia, che fatica a chiudersi, che non vuole chiudersi, talvolta si ricorre anche a questo, a smitizzare, a considerare soltanto i pessimi ricordi e le brutture di un rapporto che ormai volge al tramonto, poiché dirselo a viso aperto è dura, quasi impossibile, dirsi addio quando ci si è tanto amati. La delusione è forte, il sapore amaro lo è ancora di più, perché un qualcosa che era perfetto, un qualcosa che poi, inspiegabilmente, è cambiato, lascia tremendamente disillusi, soprattutto perché non si sa di chi sia la colpa. La colpa non è di nessuno.

Un attimo ancora, al contrario dello stile musicale da cui proviene, è molto nostalgica e romantica, non sfoga rabbia e frustrazione, ma piuttosto rammarico e delusione, in quel sospirato amore che ormai è giunto al capolinea. Non si può riprendere, non si può ricucire, non c’è una minima base da cui poter ripartire.

Il brano è uscito bel 1998, ed è il singolo di debutto dei Gemelli Diversi, un neonato gruppo rap che lo cantò insieme all’angelica e importante voce di Jenny B. Anche lei al tempo era un’esordiente, ma ha dato, in questo pezzo, gran riprova del suo talento e delle sue indiscusse qualità artistiche.

Questa canzone ha lanciato i Gemelli Diversi, facendo decollare la loro carriera e diventando il loro cavallo di battaglia. È un pezzo azzeccato anche perché in realtà si tratta di una sorta di cover di una canzone dei Pooh (Dammi solo un minuto, 1977), riprendendone più che altro il ritornello, in quanto lo svolgimento del testo riporta sostanziali differenze dall’originale.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *