DEBORAH’S THEME di Ennio Morricone ★ Film: C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA (1984)

Una delle più belle colonne sonore che hanno accompagnato, e sublimato, il colossal “C’era una volta in America”, un film diretto da Sergio Leone che faceva parte di un sequel, tre capitoli che hanno il loro inizio nel vecchio West. La composizione delle colonne sonore fu affidata al grande Ennio Morricone, con cui il regista era partner decennale per la musica dei suoi film, tutti di stampo Western.

Questo genere era seguitissimo negli anni ’60 e ’70, anzi possiamo dire che Sergio Leone sia il padre dei film Western (d’autore), e lo ha dimostrato con questa sua acclamatissima trilogia, la quale prese il titolo di “Trilogia del tempo”. Il primo capitolo era intitolato “C’era una volta il West” (1968), il secondo in maniera piuttosto ermetica “Giù la testa” (1971), e l’ultimo, il finale, s’intitolava appunto “C’era una volta in America” (1984).

Quest’ultimo però, più che orientarsi sullo stile Western, s’incentrava sull’America degli anni ’20, al tempo della malavita newyorkese, illustrando specialmente l’epoca del proibizionismo. Boss malavitoso per eccellenza era David Aaronson, un implacabile gangster interpretato da un brillante Robert De Niro.

Tutto il film, che nonostante la qualità non fu allora accolto con merito da pubblico e Critica, è una sorta di biografia di questo gangster, dai suoi esordi nella malavita fino agli anni ’60, momento del suo tramonto. All’inizio, egli s’innamora di una certa Deborah, a cui è dedicata la colonna sonora, una giovane donna che lo rifiuta e lui finisce per abusare di lei, una scena drammatica che segna anche il loro addio.

In effetti, il rifiuto della ragazza non è immediato, vagliando il discutibile tenore di vita dell’uomo, ma lui è talmente pazzo e ossessionato che non resiste, le usa violenza e la perde per sempre. Il tema musicale è molto triste, poiché rappresenta un sogno infranto, brutalmente estirpato come un fiore, l’innocenza di Deborah. Forse è per questo che il film fu un po’ discusso alla sua uscita, eppure illustrava una realtà cruciale, infatti nel tempo è diventato un classico, e adesso è uno dei più bei film della storia del Cinema.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Le Recensioni di SettimaLuna utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi