GLORIA di Umberto Tozzi

★ Musica Anni ’70 ★

Un brano intramontabile, allegro e al tempo stesso romantico, che Umberto Tozzi ha cantato anche in versione spagnola, senza contare la miriade di cover interpretate da altri artisti, tra cui Laura Branigan (1982), che con essa si aggiudicò il primo posto nelle classifiche statunitensi per diverse settimane (1983). In Italia, è stata cantata da Fiorello e dai Ricchi e Poveri.

Insieme a Ti amo, è una delle più belle canzoni scritte da Umberto Tozzi, entrata nella cultura musicale italiana, ed è anche la sua canzone più famosa. La versione ufficiale di Gloria è uscita nel 1979 e fa parte dell’omonimo album a 33 giri, che ha riscosso moltissimi consensi, vincendo ripetuti Dischi di Platino a livello internazionale. Gloria è stata valutata come una delle canzoni più conosciute del secolo scorso.

Umberto Tozzi è uno degli artisti italiani che ha venduto un maggior numero di dischi, conosciuto in tutto il mondo, e molte sue canzoni sono state tradotte in altre lingue, lui fa ancora concerti, scrive canzoni poiché è anche un cantautore. Ha vinto numerose manifestazioni canore, tra cui il Festivalbar, e il suo ultimo tour internazionale risale al 2017, in occasione del quarantesimo anniversario della canzone Ti amo.

Come sopraddetto, Gloria è la sua canzone più famosa ed è entrata nella cultura popolare, come cult song, un risultato raggiunto in Italia solo da Domenico Modugno, con la sua Nel blu dipinto di blu. Inoltre, la versione di Laura Branigan è stata inclusa nel film cult degli anni ’80 “Flashdance”, Martin Scorsese la scelse come sottofondo musicale per uno dei suoi film (“The wolf of Wall Street”, 2013), ed è addirittura stata inserita in un famoso videogioco di fantascienza Metal Gear.

Il testo della canzone è incerto, non si sa se il protagonista parli di Gloria come persona, o come concetto di donna, o se invece si riferisca ad un tradimento, al pensiero che corre verso l’altra, l’altra che manca come l’aria. In qualche strofa, tuttavia, non rappresenterebbe una donna ma la gloria come termine, quindi è un gioco di parole piuttosto criptico. Ad ogni modo, questo spettacolo di canzone non ha rivali, benché fondamentalmente semplice, nel testo e negli arrangiamenti, ma evidentemente ha colpito il cuore delle persone.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Le Recensioni di SettimaLuna utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi