UNCHAINED MELODY dei Righteous Brothers ★ Film: GHOST (1990)

★ Musica Anni ’60 ★

Diventata colonna sonora del film “Ghost” (1990), Unchained melody è una canzone dei Righteous Brothers pubblicata nel 1965, ma durante gli anni (dal 1957 fino ad oggi) è stata riprodotta in più di 500 versioni, con artisti e lingue differenti. Questa è la versione più famosa, dato che il brano fu scritto da Alex North nel 1955, per fungere da colonna sonora al film statunitense “Unchained”, ambientato nelle carceri.

All’epoca il brano fu cantato da artisti celebri come Elvis Presley, i Platters, mentre ai giorni nostri è stato interpretato dagli U2, Cyndi Lauper ed anche da Sarah McLachlan. È entrato a far parte delle 500 canzoni migliori di tutti i tempi.

Il successo, c’è da dire che è ritornato alle stelle grazie al film “Ghost” (con Patrick Swayze e Demi Moore), negli anni ’90, infatti è grazie al film che ha raggiunto l’apice, sebbene l’interpretazione dei Righteous Brothers (duo di baritono e tenore), avesse già ricevuto eccellenti consensi, per via del loro eccezionale talento. Il brano ebbe infatti la nomination all’Oscar, come migliore colonna sonora, ma alla fine vinsero soltanto la sceneggiatura (in pratica la storia) e Whoopi Goldberg, come migliore attrice non protagonista, la quale interpretava la sensitiva improvvisata che faceva da ponte tra i due mondi, creando un canale di comunicazione tra i due protagonisti, Molly e Sam, dopo la morte violenta di quest’ultimo.

Questo film ci ha fatto letteralmente piangere, quasi dall’inizio ma sicuramente fino alla fine. Che fosse un film premonitore? Chi lo sa… ma in fondo ognuno di noi, nel profondo, sa quando sarà il momento della sua dipartita, e forse anche Patrick lo sentiva, ecco perché la sua interpretazione in questo film è stata superba, pressoché perfetta, forse perché ci si è immedesimato talmente bene, perché sentiva che presto sarebbe successo anche a lui. Anche lei però non è stata da meno, Demi Moore, sono state due interpretazioni fantastiche, a dir poco romantiche e sublimemente toccanti.

Nel filmato possiamo rivedere tutte le scene più emozionanti, ed ascoltare la canzone dei Righteous Brothers che, pur essendo di parecchi anni prima del film, è ormai diventata il simbolo della storia di Molly e Sam. Infatti quando ci capita di riascoltarla pensiamo subito a loro, e alla loro triste, ma divina storia d’amore. Il simbolo dell’amore eterno che non muore, nonostante la morte.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Le Recensioni di SettimaLuna utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi