YMCA dei Village People

★ Musica Anni ’70 ★

Nata nel lontano 1978, questa mitica canzone ancora non passa di moda, anche nella versione originale dell’epoca, dal tipico ritmo della disco music anni ‘70. Forse è una delle più celebri che si ricordi, in tutta la storia della Musica.

Il gruppo dei Village People era notevolmente scenografico, non si limitava a cantare perché ogni componente della band interpretava un ruolo, indossava una maschera “maschile”, non intesa nel senso carnevalesco ma come cultura, in particolare a sostegno della cultura gay. Probabilmente, si tratta di una parodia all’immagine osannata del maschio tradizionale.

Ciò nonostante, non hanno mai fatto espliciti riferimenti al riguardo, neanche in questo brano il cui titolo si riferiva ad un’associazione cristiana di giovani uomini, la YMCA appunto, un ostello fornito di palestre che ospitava questi ragazzi, un po’ sempliciotti, che venivano presi di mira dalla comunità gay di quel tempo. Non si parla di razzismo, quanto piuttosto di approccio da ambo le parti, a livello intimo ed anche sentimentale, sebbene in chiave abbastanza leggera.

YMCA è stato oggetto di incalcolabili cover, anche a scopo parodiante, come le performance dal vivo e quelle registrate da altri gruppi di artisti, famosi e non, quindi si può dire che sia un vero cult, non solo a livello musicale ma anche a livello culturale, serio e talvolta alquanto satirico. Più importante, è che questo pezzo è diventato manifesto ufficiale del movimento gay internazionale, il Gay Pride. Lo stesso nome del gruppo si riallaccia al Greenwich Village, un quartiere situato a Manhattan (New York), che è molto attivo per i movimenti sociali e culturali, nonché artistici, tra cui ricordiamo la Beat Generation.

YMCA non è l’unico, tra l’altro, ad essere rappresentativo, in quanto altri brani dei Village People, come ad esempio Macho man, hanno rafforzato questo filone musico-culturale, insomma hanno mantenuto sempre la stessa linea e ideologia. I Village People sono tuttora in attività, fanno serate e concerti con le loro cult song e ripropongono ancora il loro tipico balletto di gruppo, anch’esso famoso, e che molti di noi avranno ballato almeno una volta.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Le Recensioni di SettimaLuna utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi