20 anni di Tormentoni ★ I più ballati dal 1992 al 2012

Il tormentone non è una cosa da nulla, in quanto non è solamente quel brano che viene riproposto a iosa ovunque ci si trovi, dalle radio alla Tv, dai film fino agli stereo in spiaggia, perché entra a far parte della cultura, e non solo quella musicale. Un tormentone di solito indica una moda, una specifica identità sociale del tempo, e più in generale contrassegna un particolare periodo della nostra vita, in prevalenza quello estivo.

Di seguito ritroviamo i tormentoni più “tormentoni” dagli anni ‘90, anche se in effetti nacquero molto tempo prima. Già negli anni ’60 c’erano ad esempio Sapore di sale e Abbronzatissima, negli anni ’80 c’era la Lambada, che era anche un ballo, oppure i Righeira con il loro Vamos a la playa, e pare che anche negli anni ’50 ci fosse qualcosa di simile, benché non si chiamasse allo stesso modo. Il termine tormentone infatti è stato coniato da poco, è un termine moderno e diciamo anche assai esaustivo.

Tra tutti, meteore o meno, ricordiamo artisti che non hanno caratterizzato solo un’estate ma più estati, come gli 883, Eros Ramazzotti, i Lunapop, Shakira e Ricky Martin. Anche Zucchero, Luca Carboni, Jovanotti, Raf e Alex Britti hanno dato un discreto contributo, per i pezzi italiani, mentre per quelli stranieri andavano per la maggiore quelli perlopiù in lingua spagnola, proprio per il carattere ballereccio tipicamente estivo. C’è da dire, comunque, che anche i pezzi inglesi hanno avuto il loro incisivo peso, soprattutto Shakira con il suo Waka waka, che tra l’altro divenne brano ufficiale dei Mondiali di Calcio del 2010.

In genere abbiamo, per ogni estate, due o tre brani molto battenti, tuttavia non sempre corrispondono alle preferenze del pubblico, quanto piuttosto alle manovre promozionali e commerciali. Più un brano viene ascoltato, infatti, e più entra nell’orecchio, diventa famoso perché non facciamo che ascoltarlo in ogni dove e in ogni occasione e comincia a piacerci proprio per induzione, quindi talvolta si tratta solo di una pubblicità ben fatta.

Ciò non vuol dire, però, che il sound non sia gradevole, anzi i tormentoni vengono scelti proprio perché rispondono a determinate esigenze e tendenze musicali del momento, com’è avvento negli ultimi anni in cui hanno fatto furore i pezzi ballabili con la Zumba, diventati celebri grazie alla Zumba stessa.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *