YEHA-NOHA dei Sacred Spirit, Canto Indiani d’America

★ Musica Anni ’90 ★

Un antico canto sacro delle tribù Navajo che rappresentava un augurio di gioia e prosperità. In questa versione registrata dai Sacred Spirit, un gruppo musicale tedesco che divulgò la musica degli Indiani d’America negli anni ’90, ascoltiamo la voce del vecchio Kee Chee Jake dei Navajo di Chinle (Arizona). Questo brano è una versione remixata di una parte della canzone dei Navajo sul gioco del mocassino.

Il ritornello della canzone, insieme al titolo, riportano il lamento del Gigante (Yé’iitsoh) al tentativo del gufo di ingannarlo rubando la palla. Il testo si ispira ad una leggenda dei Navajo, che racconta la storia di come il Gigante determinasse se sulla Terra sarebbe stato sempre giorno, o notte tutto il tempo. Nella canzone si descrive una partita giocata tra gli animali diurni e gli animali notturni, attraverso cui gli animali dovevano scoprire in quale scarpa fosse nascosta una palla di yucca. Indovinando, avrebbero vinto lo stato permanente della luce del giorno o della notte. Poiché nessuno dei due gruppi di animali vinse, il Gigante divise il giorno in due parti: la giornata e la notte.

In pratica, questo è un inno alle meraviglie della Natura, alle sconfinate bellezze della Terra. Un tributo, ma forse più un promemoria, per ricordarci di non continuare su questa strada, dato che il nostro Pianeta è seriamente in pericolo: animali e foreste potrebbero ben presto giungere all’estinzione (si parla addirittura del 2050 per alcune specie), e in seguito anche noi, giungendo a mancarci l’habitat ideale per sopravvivere, attraverso l’ecosistema regolato da piante ed animali.

Gli Indiani d’America furono una razza che, proprio, fu quasi portata all’estinzione, attraverso le barbariche colonizzazioni europee, furono privati delle loro terre e della loro stessa vita. Chiamati anche Nativi Americani, erano la popolazione indigena dell’America prima che essa venisse invasa dall’Uomo Bianco.

I Nativi Americani fanno parte di quelle grandi civiltà che oramai sono del tutto scomparse, come i Maya o gli Aztechi, gli Inca, mentre al tempo odierno rimangono una minoranza del continente, nella maggior parte confinati in riserve, dove hanno una regolamentazione tutta loro e l’Uomo Bianco non può entrare, a dettare legge e sottometterli al suo volere. Una misura necessaria affinché regni la pace e il rispetto per le culture e tradizioni altrui.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright