LA VITA MIA di Amedeo Minghi

★ Musica Anni ’80 ★

Vita mia è una lei, e d’altronde l’amore è vita, senza di esso poche speranze ci sono per darle un senso, per degustare la vera felicità e scacciar via la vuotezza. Questo brano esprime, nella sua caratteristica di rientrare nella Musica d’Autore, la labilità dei rapporti umani, i sentimenti che talvolta non sono sufficienti per compensare le differenze e le incompatibilità di carattere. Un po’ malinconico e un po’ ottimista, racconta una storia d’amore che in pratica non va a gonfie vele, ma ne traspare comunque una forte speranza per il futuro.

Cantautore e compositore italiano, Amedeo Minghi è famoso anche per aver duettato con Mietta, sebbene sia stato proprio lui a lanciarla, con il brano Canzoni, mediante il quale la giovane vinse alla sezione “Nuove proposte”, al Festival di Sanremo del 1989. Il loro famosissimo duetto fu presentato anche a Sanremo, con il pezzo Vattene amore, giusto l’anno dopo al debutto di Mietta, nel 1990, e fu incluso nel primo album della cantante, il quale s’intitolava proprio Canzoni.

Quasi tutte le musiche di quell’album furono composte da Amedeo Minghi, il quale si è prestato moltissime volte, durante la sua carriera, a scrivere per altri artisti, sia le musiche che i testi. Per se stesso, invece, generalmente scrive la musica, lasciando il compito dei testi delle sue canzoni a parolieri italiani, poeti della Canzone Italiana che sublimano alla perfezione le sue note.

Nello specifico, le parole di La vita mia furono scritte da Vanda Di Paolo, pseudonimo femminile di Pasquale Panella, scrittore e arrangiatore musicale, il quale tra l’altro scrisse anche i testi di Canzoni e Vattene amore. Una particolarità di questo autore, che usa spesso il nome della moglie, Vanda Di Paolo appunto, per firmare i suoi testi.

La vita mia fu lanciata con l’omonimo album che racchiudeva tutti pezzi dal vivo, fatta eccezione per questo che rappresentava un inedito. L’album risale al 1989, e vinse il Disco di Platino per le vendite. La vita mia resta il brano più famoso di questo album, quello che in un certo senso è andato avanti, e che è rimasto nel patrimonio musicale italiano, tra le più belle canzoni italiane di sempre.

Fonte Video inserito (di proprietà del canale corrispondente): YouTube

Share Button

Link utili:

loading...

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto da Copyright

NUOVA NORMATIVA GDPR - Per mantenere le complete funzionalità del nostro sito devi accettare l'uso dei Cookie. In questo modo, potremo darti un'esperienza migliore di navigazione. PRIMA DI ACCETTARE LEGGI DETTAGLI

Oltre ai Cookie tecnici necessari per un regolare funzionamento del sito, Le Recensioni di SettimaLuna utilizza Cookie aggiuntivi per personalizzare la navigazione dell'Utente, in merito alla gestione delle statistiche, del traffico, dei social media, dei video e degli annunci promozionali. Questi Cookie sono preventivamente disabilitati di default, puoi scegliere tu stesso se abilitarli o meno, dando il tuo esplicito consenso. In alcun modo i dati inseriti (ad es. e-mail per iscrizione al blog o nella sezione commenti) verranno usati per diverse finalità né condivisi con terze parti: il nostro interesse è la sicurezza della tua privacy. Accetti l'uso dei Cookie e i termini e le condizioni della nostra PRIVACY POLICY? Cliccando su "Accetto" dichiari di aver letto e accettato, dando il permesso per l'utilizzo di Cookie non tecnici e dunque non strettamente necessari. La durata di accettazione dei Cookie è di 3 mesi, con la possibilità di revocarla in qualsiasi momento attraverso il pulsante in alto nella sidebar del sito (alla fine della pagina per cellulari o tablet). Se non accetti, potrai comunque continuare con la navigazione ma la visualizzazione delle pagine sarà limitata. In ottemperanza e conformità al Regolamento UE n. 2016/679 (GDPR).

Chiudi